giovedì 29 maggio 2008

Quando leggo certe cose mi viene la pelle di "pitto" come dicono a padova

Dichiarazione odierna di Bertocchi dell'ANCI: ''Anche se tutti i tetti d'Italia fossero coperti da impianti di energie rinnovabili - rileva Bernocchi - riusciremmo a soddisfare non piu' del 3% del fabbisogno di energia attuale, figuriamoci di quello da prevedere per i prossimi 10-20 anni''.
(cazzate)
e ancora
''Bollette scontate per i cittadini delle comunita' che ospitano centrali nucleari? E' un buon punto di partenza che va nella direzione da me auspicata''.

La direzione da me auspicata sarebbe di metterne una a fianco di palazzo chigi, una sul vaticano vicino alle antenne di radio vaticano, una a arcore e un'altra vicino all'anci, dovunque esso sia.

La ricerca sul fotovoltaico sta facendo passi da gigante, i nuovi pannelli coi nanoconduttori o i pannelli a concentrazione promettono degli aumenti di resa quasi triplicati, e saranno sul mercato quando la prima nuova centrale nucleare italiana sarà ancora da iniziare.
Senza contare che non sono così pericolosi per l'ambiente, e sono anche più economici, più puliti ecc.ecc. e che altri studi (magari meno di parte) diano ben diverse percentuali sul fabbisogno energetico soddisfatto dal fotovoltaico?
A pensar male si fa peccato ma ci si azzecca quasi sempre??
L'italia ha aderito al protocollo di kyoto e quindi se io privato mi tappezzo casa di pannelli fotovoltaici o turbine eoliche e produco energia, quell'energia il gestore della rete elettrica (vedi ENEL) è obbligato a COMPRARLA. Sarà per quello che non viene incentivata??
mah...
vignettina e poi ultima oretta di cazzeggio a lavoro, e mi preparo per lo spritz

2 commenti:

mino ha detto...

Forse portandosi dietro una mucca… sono delle gran produttrici di metano…

IO ha detto...

leggevo... 2 litri di metano all'ora!!! mi batte...
considerando 10 km con un litro per arrivare a parigi mi ci vuole una serie di mucche o un mese!