mercoledì 10 settembre 2008

Vergognatevi



Mi riferisco a questo articolo
Trovo inconcepibile che un medico, in uno stato laico, possa rifiutarsi di erogare un servizio previsto per legge per motivi di culto. Che cambi lavoro se non gli sta bene, che vada in strutture private religiose, non che venga pagato dai contribuenti per non fare quel che deve.
La pillola del giorno dopo è un diritto, chi siete voi per negarlo?
Siete contrari? Bè io sono contrario a un sacco di cose, ma non per questo se è il mio lavoro o il mio dovere civico evito di farle.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

ne ho parlato giusto la sett scorsa con una mia amica che fa la farmacista. La teoria sarebbe che è diritto dell'obiettore agire secondo sua coscienza. e sarebe diritto dell'utente avere a disposizione un farmacista obiettore e uno no. un medico obiettore e uno no. insomma lo stato dovrebbe assicurare di poter mettere a disposizione un servizio, il rispetto di un diritto.quello di potersi comprare la pillola del giorno dopo. Ma di fatto poi non si trovano mai due medici o due farmacisti di turno per assicurare questo diritto.
Bea

switch ha detto...

Avevo letto un articolo simile tempo fa, e anche io ero rimasta parecchio perplessa...La pillola del giorno dopo impedisce solo che gli ovuli vengano fecondati. Cosa c'e' da obiettare in questo?
Mah.

IO ha detto...

Switch ha ragione, qui stiamo parlando di impedire la fecondazione, quindi lo stesso discorso dovrebbero farlo i farmacisti non vendendo preservativi e i medici non prescrivendo la pillola ecc.ecc.
E cmq se in ospedale è consentito l'aborto, perchè non la pillola del giorno dopo? Boh, mi sembra veramente una presa di posizione discriminaroria, da parte di chi professa determinate dottrine di tolleranza ecc.ecc.
la chiesa inizia veramente a starmi sulla punta dell'esofago...

Anonimo ha detto...

io non me ne intendo, ma sempre questa mia amica mi ha detto che in verità non è così.La pillola del giorno dopo non impedisce la fecondazione.Fa prolassare "il tutto" che c'è dentro l'utero. e non è detto che ci sian solo un ovulo non ancora fecondato.Dipende dai giorni, dal cilco ec etc.Fatto sta che può essere che la pillola faccia porlassare un ovulo già fecondato.Non essendo possibile stabilire se l'ovulo sia già fecondato o meno, ed essendoci comunque la possibilità che sia già stato fecondato, gli obiettori non prescrivono la pillola perchè potrebbero provocare quello che per loro è già un aborto.
Ci tengo a dire che io sono a favore dell'aborto e della pillola del giorno dopo.
Bea

IO ha detto...

Allora, siccome l'efficacia della pillola è superiore al 90% (ma non arriva al 100) entro le prime 8 ore, non sono un medico ma non credo che basti così poco per formare un embrione! Ma quello per cui non sopporto questi tipi è che per poter obbiettare in questo modo vorrei che dimostrassero che: non hanno rapporti prematrimoniali, non usano anticoncezionale, non vanno a zoccole (e il potenziamento dei bordelli australiani in previsione del giubileo è sintomatica come cosa) ecc.ecc.ecc.
è un discorso di coerenza!

Anonimo ha detto...

Bè.Un tizio può anche andare con chi gli pare, che sia uomo o donna, ma l'etica religiosa esula da quella morale.Cioè un obiettore può anche non essere cattolico, e contemporaneamente non aderire alla pratica abortista. Cmq ho già capito che lo spritz serale sarà un fermento.A proposito, c'è spritz stasera?
Bea

IO ha detto...

Certo che c'è lo spritz!! come potrebbe mancare? ma non so se si parlerà di questo o di altro.. penso che si parlerà molto di virus :)
Cmq non credo che l'etica religiosa esuli da quella morale, credo che i religiosi abbiano un'etica morale diversa dai laici.
Molto ipocrita in realtà.