giovedì 23 aprile 2009

OSPIZIO 1999

Dopo lunghe ed estenuanti attese posto il fumetto realizzato per il concorso di Lanciano nel fumetto, scritto da me e ideato da Gimmy
Clicca sulle tavole per ingrandire, sono in ordine di lettura.






Come riferimento per il personaggio della vecchia mi sono ispirato alla terribile N.A., terrore della sardegna :-P

7 commenti:

Guady ha detto...

ma almeno la nipote è bona?
e alla fine se la tromba?
ahuahuahauau

IO ha detto...

quello si saprà nel secondo episodio della serie... dove ci sarà anche la signora in giallo, chiamata così per la sua incontinenza :D

Anonimo ha detto...

noooooooooooo.......non mi malfamare la signora FLECCER!!!! :)
Bea

Last Beach ha detto...

Ciao! Grazie di essere passato sul mio blog!

Simpatica la storiella, forse un po' troppo ripetitiva. Alla fine sembrano quasi strisce autoconclusive, più che qualcosa di organico. Si sente a mio avviso la mancanza di una certa evoluzione e di un vero finale.

al momento non credo di partecipare ad altri concorsi, tranne forse quello della Planeta.

IO ha detto...

bè, la ripetitività fa parte del fumetto umoristico, e porta alla tavola 4 con la finta morta della vecchia. Secondo me il finale c'è, che poi non sia definitivo e categorico è verissimo.
Cmq ci hai azzeccato, in principio volevo realizzarlo in strisce.

Last Beach ha detto...

Mi permetto di dissentire, la ripetitività in sè non è un meccanismo della comicità. La prima tavola va bene, la seconda ripete la conclusione ed è divertente che lui finisca di nuovo a vedere le foto. Ma la terza è un perfetto doppione della seconda. In questo caso a mio avviso non funziona, soprattutto nell'economia di una storia così breve.Magari la conclusione poteva rimanere invariata (lui che deve sorbirsi di nuovo le foto)ma il meccanismo deve variare in maniera più evidente e non essere ricalcato sul precedente. La quarta apporta la presunta morte della vecchia ed è una svolta che suscita l'interesse del lettore, tuttavia la situazione si rivela essere soltanto pura apparenza e il finale è sempre lo stesso. Ma poichè non è solo il finale dell'ennesima striscia ma di tutta la storia questo non regge le aspettative.

L'idea di base rimane divertente ma va aggiustata nei meccanismi della comicità e nell'ottica della storia autoconclusiva. Non lo dico per smontare gratuitamente il tuo lavoro, sia chiaro! E' che mi sto in un certo senso impratichendo di storie comiche e mi sono stati insegnati alcuni meccanismi di base che trovo molto utili. Puoi a tua volta dare un'occhiata alle mie storie comiche come "A.Bort." sul mio blog. Dove pur con evidenti errori incomincio ad imparare da certe esperienze.
Ciau! :)

IO ha detto...

allora, hai perfettamente ragione su alcune cose. La gestione della storia che ho fatto ha delle lacune, col senno di poi le vedo benissimo, sulla sceneggiatura.
Probabilmente bisognava dedicare 2 tavole alla finta morte della vecchia, per renderla più incisiva, invece di una sola.
io ho moltissimo da imparare, è praticamente il secondo fumetto che scrivo quindi sono proprio un principiante e apprezzo i consigli. Le tue strisce le ho viste su graphite, mi piacciono!